Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Isili

Isili è un importante e grande paese della provincia di Cagliari, compreso nella regione del Sarcidano, nella Sardegna centro- meridionale. Confina con i territori di Nurallao, Laconi, Nuragus, Nurri, Escolca, Villanovatulo, Gesturi, Gergei e Serri. Situato ad un’altezza di 523 metri d’altezza, possiede un territorio caratterizzato da ampie valli e alti rilievi collinari e dall’inconfondibile presenza dei tacchi del Sarcidano, altopiani calcarei che racchiudono fertili pianure, zone ricche di macchia mediterranea, rigogliosi boschi di leccio, roverelle e pioppi. Isili è un centro moderno e vivace, particolarmente conosciuto per la produzione tessile e la lavorazione del rame.

Come arrivare a Isili:

Il trenino arriva direttamente a Isili.
In auto:
- da Cagliari si percorre la SS 131 sino allo svincolo sulla SS 128 per Senorbì. Si prosegue per Mandas per poi arrivare a Isili.
- da Sassari si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo per Uras, continuando per Ales, Senis, Nuragus per poi arrivare a Isili.
- da Oristano si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo per Uras, continuando per Ales, Senis, Nuragus per poi arrivare a Isili.
- da Nuoro si va in direzione Fonni, proseguendo verso Sorgono, Atzara e Nurallao , per poi arrivare a Isili.

La Storia:

Il toponimo ha verosimilmente origine prelatina. Isili appartenne alla curatoria o parte Valenza del regno giudicale di Arborea fino al 1206, quando passò nella curatoria di Siurgus nel regno giudicale di Calari. Nel 1258, con la tripartizione del Giudicato, entrò a far parte del Regno di Arborea e nel 1295 divenne un possedimento coloniale oltremarino della Repubblica di Pisa. Dal 1324 appartenne al regno catalano-aragonese di Sardegna, ma a causa della guerra tra il Regno di Sardegna e il Regno di Arborea, il feudo tornò ad essere fra il 1365 e il 1409 un paese del Regno di Arborea. In seguito Isili andò a far parte del Regno di Sardegna e nel 1416 venne concesso a Giovanni Corbera che poi lo vendette a Ludovico Potons. Egli nel 1421 lo cedette ai Sena, feudatari di Laconi, che a loro volta lo vendettero a Niccolò Carroz. Pertanto il paese entrò a far parte del regno di Mandas. Ai Carroz succedettero i Maza, i Ladron, divenuti nel 1614 duchi di Mandas e gli Zuniga. Infine dal 1777 il feudo passò ai Tellez Giron fino al suo riscatto avvenuto nel 1843. Isili fa parte dell'Archidiocesi di Oristano.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica

 
 
 
Share on Google+
condividi su twitter