Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Barisardo

Barisardo è un paese dell’Ogliastra situato nella costa centro orientale della Sardegna, lungo l’Orientale Sarda, la SS 125. Confina con i territori di Tortolì, Cardedu, Loceri, Lanusei, Ilbono e Gairo. Possiede un territorio prevalentemente pianeggiante, racchiuso dall’altopiano basaltico di Teccu e dalle colline di Su Pranu e Pizzu ´e Monti, che si estende fino alla zona costiera caratterizzata da lunghe e bellissime spiagge e da un mare dai suggestivi colori. La vegetazione è composta prevalentemente dalla tipica macchia mediterranea, intercalata da rigogliosi e secolari alberi di ulivo e mandorli. Barisardo conserva un grazioso e caratteristico centro storico, fatto di strette stradine che si snodano attorno alla bellissima chiesa parrocchiale e vecchie casette in pietra con cortile, mentre nei nuovi rioni sono state costruite abitazioni più moderne e confortevoli.

Come arrivare a Barisardo:

In auto:
- da Cagliari si percorre la SS 125 sino allo svincolo per Cardedu continuando poi per Barisardo.
- da Sassari si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo della SS 537 per Nuoro, proseguendo lungo la SS 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Barisardo.
- da Oristano si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo della SS 537 per Nuoro, proseguendo lungo la SS 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Barisardo.
- da Nuoro si percorre la SS 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Barisardo.


La Storia:

Durante il periodo medievale il paese si chiamava Barì e solo a partire dal 1862 prese il nome di Bari Sardo. Il paese medioevale faceva parte della curatoria d´Ogliastra, nel regno giudicale di Calari. Nel 1258, con la tripartizione del Giudicato, Barisardo entrò a far parte del Regno di Gallura e nel 1288 divenne un possedimento coloniale oltremarino della Repubblica di Pisa. Dal 1324 diventò un paese del Regno catalano-aragonese di Sardegna e insieme agli altri paesi dell´Ogliastra venne concesso in feudo al conte di Quirra Berengario Carroz. A causa della guerra tra il Regno di Sardegna e il Regno di Arborea, fra il 1365 e il 1409 Barisardo assunse la fisionomia curatoriale arborense. In seguito tornò ai Carroz di Quirra. Ultima erede fu Violante, morta nel 1511, che lo lasciò ai Centelles, che nel 1604 divennero marchesi di Quirra. Nel 1674, estinti i Centelles, il feudo passò all´erede designato Francesco Pasquale Borgia. Dopo una lunga lite giudiziaria, nel 1726 i Català ne entrarono in possesso fino al 1801, quando passò agli Osorio de la Cueva. Il paese venne riscattato alla famiglia degli Osorio nel 1840. Nel 1862 con regio decreto di Vittorio Emanuele II assunse il nome di Bari Sardo per distinguersi da Bari di Puglia. Barisardo fece parte della Diocesi di Suelli che fu soppressa, e nel 1420 aggregata all´Archidiocesi di Cagliari. Dal 1824 appartiene alla Diocesi di Lanusei.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica

 
 
 
Share on Google+
condividi su twitter